Promise

Casnati for ESD promuove lo Sviluppo Sostenibile.

Quali sono i principali obiettivi del Casnati for ESD?
  1. Formare studenti (e docenti) preparati e sensibili al “concept” ESD/SD, affinché loro stessi diventino promotori e divulgatori di un modo di vivere più eco- sostenibile.
  2. Aumentare la platea sensibile al “concept” ESD/SD.
Cosa significa per gli Studenti del Casnati l’integrazione dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (ESD)?
  • Sviluppare, oltre alle competenze trasversali indicate dal MIM, anche le soft-skills trasversali definite dall’UNESCO per l’ESD:
    • pensiero per sistemi (systems thinking competency)
    • capacità previsionale (anticipatory competency)
    • capacità normativa (normative competency, con riferimento alla reflective pedagogy)
    • capacità strategica (strategic competency)
    • capacità collaborativa (collaboration competency)
    • capacità di pensiero critico (critical thinking competency)
    • capacità di integrazione e problem-solving (integrative problem-solving competency)
    • capacità di autoconsapevolezza (self-awareness competency)

Ognuna di queste soft-skills trova una declinazione specifica all’interno di ciascuna materia di studio.

  • Raggiungere durante il quinquennio di Scuola Superiore, grazie al contributo di ciascun docente al percorso formativo di Educazione Civica (33 ore di lezione complessive annuali), gli obiettivi di apprendimento UNESCO per ogni SDG.
  • Particolare attenzione ai tre livelli dell’apprendimento: 1 – cognitivo (saper comprendere), 2 – socio-emotivo (saper sentire), 3 – sviluppo di abilità (saper fare), con integrazione dei principi metodologici del Socio-Emotional Learning (SEL).

L’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (ESD) è definita come quella che consente agli studenti di prendere decisioni informate e agire responsabilmente per l’integrità ambientale, la sostenibilità economica e l’equità sociale delle generazioni presenti e future.

UNESCO

Le strategie di didattica attiva, già sapientemente adottate dal Casnati attraverso la pluriennale esperienza di Cambridge International School, sono il terreno naturale per integrare l’ESD.

Di seguito, inoltre, le principali ricadute positive sulla vita degli allievi, come ampiamente documentato da risultati accademici internazionali:

  1. Miglioramento dei risultati universitari (Uno studio della Stanford University ha rilevato che l’integrazione curriculare dell’educazione ambientale migliora le prestazioni accademiche grazie a migliori capacità di pensiero critico e di sviluppo di abilità trasversali). 
  2. Migliori performance mnemonico-cognitive grazie all’attività didattica in spazi verdi. 
  3. Maggiore consolidamento delle soft-skills trasversali. 
  4. Migliore e maggiore comprensione del sistema complesso alla base dello sviluppo sostenibile.
  5. Aumento di coinvolgimento e motivazione.
  6. Miglioramento dello stato di salute fisica e mentale.
  7. Maggiore propensione a vita sociale pacifica.
  8. Maggiore attitudine civica con migliore capacità di auto-informazione e capacità di auto-gestione delle emozioni. 

Per approfondire:

  • Sandford Analysis Reveals Wide Array of Benefits from Environmental Education https://naaee.org/sites/default/files/eepro/resource/files/ k-12_student_key_findings_0.pdf
  • Aikens, Kathleen. Draft Report, Impacts of Education 2030 on Key Performance Indicators, 2020
  • Education for people and planet: creating sustainable futures for all, Global education monitoring report, 2016
  • Louise Chawla, Kelly Keena, Illène Pevec, Emily Stanley, Green schoolyards as havens from stress and resources for resilience in childhood and adolescence, Health & Place, Volume 28, 2014, Pages 1-13, ISSN 1353-8292, https://doi.org/10.1016/ j.healthplace.2014.03.001.
  • Laurie R, Nonoyama-Tarumi Y, Mckeown R, Hopkins C. Contributions of Education for Sustainable Development (ESD) to Quality Education: A Synthesis of Research. Journal of Education for Sustainable Development. 2016;10(2):226-242. doi:10.1177/0973408216661442